I churros

Churros Spagna
Certe cose devono coesistere.
Modificando, togliendo o sostituendo un fattore, il risultato cambia.
E' aritmetica quotidiana.
Prendi la panna vegetale: puoi montarla, colorarla, zuccherarla, ma no, non puoi paragonarla a quella di latte vaccino (e lo dico da amante dei cibi vegani).
Oppure Stanlio e Ollio che, sì, avrebbero potuto recitare separatamente; ma avrebbero avuto lo stesso successo? (Da piccola a suon di influenza mi sono vista tutti i film: no, la comicità era data dalla somma delle due singole).
E così anche il mare con l'acqua cristallina, una buona rivista con il campioncino di profumo, il rossetto con la lunga durata, Nina Moric ed il silicone: devono coesistere.
Lo stesso vale per i lussuriosi churros spagnoli: non sono churros senza cioccolata calda e senza sale. Soprattutto senza sale.
Perchè è quel particolare che crea un piacevolissimo contrasto con la dolcezza dell'impanatura zuccherina.
Se ne fossi capace dedicherei un'ode ai churros.
Ma non lo sono, quindi mi limito ad un post.

***
Visto il recente "Dove e cosa mangiare a Madrided il pieno periodo carnevalesco (che ammettiamolo, ci autorizza a mettere mano sui dolci fritti - con qualche chilo in più ci si può sempre travestire da Gianduia) ecco una ricetta facile per i churros (presa ed adattata da qui).
La sac-a-poche non è obbligatoria ma te la consiglio assolutamente: dopo tre salamini fatti a mano, uno ha deciso di detonare nell'olio bollente - secondo le indagini si è trattato di una bolla d'aria, escludendo la pista di gocce d'acqua; se non vuoi la cucina lucidata ad olio e piccole ustioni sul viso, evita (o stai attento).
I precedenti fatti con la sacca da pasticcere erano perfetti.

Ingredienti
- 300g di farina 00
- 250g di acqua (più altra)
- 1 cucchiaino colmo di sale
- olio di semi
- zucchero semolato
- preparato per cioccolata calda

In un pentolino metti i 250 ml di acqua, il sale e porta ad ebollizione.
Raggiunti i 100°C, togli dalla fiamma e versa tutta la farina, mescolando velocemente.
Trasferisci su un piano e usando dei guanti di silicone, finisci di impastare.
Copri con una ciotola e lascia riposare per 30 minuti circa.
A questo punto, poco alla volta, aggiungi dell'acqua fino a che l'impasto non risulterà come una purea molto densa (sarà leggermente appiccicosa ma ancora malleabile).
Metti il tutto nella sac-a-poche con un beccuccio a stella, e prima di cominciare preparare il gas: riempi un pentolino di olio (non meno di due dita di profondità), a fianco stendi un foglio di carta da forno su cui stendere i churros crudi, e un piatto con carta assorbente per quelli cotti; tieni a portata di mano lo zucchero con cui spolverarli appena fritti.
Mentre crei dei salamini della lunghezza che preferisci (gli originali sono molto lunghi), accendi il gas sotto l'olio; fai la prova con un pezzetto di impasto: quando comincerà a galleggiare e sfrigolare, puoi immergere i churros.
Churros Spagna

Friggi finchè non saranno ben dorati, falli sgocciolare con una schiumarola e impanali subito nello zucchero.
Nel frattempo prepara la cioccolata calda con cui servire i churros appena pronti.
Churros Spagna

Alcune note
Sac-a-poche e beccuccio del supermercato vanno benissimo.
Meglio farli sottili piuttosto che spessi (in cottura di gonfiano un po').
Anche per i churros vige la regola dei pancakes: chi cucina è lo sfigato; infatti vanno mangiati subito, ancora caldi (e o non te li godi continuando a friggere, o li assapori freddi).
L'impasto è lavorabile a mano, ma come ho già scritto eviterei: sono solo supposizioni, ma credo che con la superficie liscia sia più facile un'esplosione (Lasonil e aloe sul mio comodino e macchie di ustioni sul viso lo provano).

Etichette: , , , , , ,