Londra o Parigi: 3 consigli per decidere quale capitale visitare.

Calamite tipiche inglesi a Notting HillCupola delle Galeries Lafayette
Londra o Parigi: questo è il dilemma.
Perchè l'altro giorno una collega chiedeva su Facebook consigli su quale delle due capitali europee scegliere: se per me le idee sono molto chiare, per lei e molti suoi amici il dubbio era forte.
Parigi, è la città romantica per eccellenza, ma Londra ha il fascino british.
Parigi ha i croissant al burro, ma Londra è una cornucopia culinaria.
Parigi è Montmartre, ma Londra è Notting Hill.
Insomma come scegliere quale delle due visitare?
Ci ho pensato ed è difficile: sono le due capitali più visitate in Europa, le prime nell'immaginario comune, tanto diverse quanto simili.
Partiamo allora dalle certezze:

1. Sono entrambe care.
Riuscire ad affittare un micro appartamento senza vendere un rene al mercato nero degli organi può essere un pochino complicato.
A Londra trovare un alloggio o un albergo entro la zona 2 (per avere la comodità dell'abbonamento metro per le zone 1 e 2) è piuttosto difficile. Non conosco una persona che sia rimasta soddisfatta del proprio luogo di soggiorno - si sa che la pulizia degli inglesi è pari a quella di un bambino di tre anni che si gestisce l'igiene quotidiana in autonomia.
Mentre a Parigi i prezzi sono alti perchè "è Parigi", e a quanto pare basta come motivazione per affittare uno sgabuzzino al prezzo di un attico italiano.
Case colorate di Notting Hill a Londra

2. Sono entrambe meteoropatiche.
E fu pioggia e fu sole e fu nuvolo e fu vento.
Se vuoi ricaricarti come un pannello solare, che tu scelga Londra o che tu scelga Parigi otterrai la stessa carica dell'iphone a metà giornata.
La Tour Eiffel in un giorno di pioggia dalle Galeries Lafayette

3. Sono entrambe belle.
E' vero che ho avuto da ridire su Parigi, ma non si discute sulla sua bellezza.
Londra invece è nel mio cuore, quindi non smetterò di essere innamorata del suo fascino.
La Tour Eiffel vista dall'Arco di Trionfo Il Big Ben riflesso in una porta della National Gallery
E qui arriviamo al dunque.
"Quale capitale scegliere: Londra o Parigi?"
Consiglio n°1: considera l'indole della città.
Certo, anche i luoghi hanno un'indole!
Parigi è romantica, artistica e luminosa.
Londra è eclettica, viva e colorata.
Sicuramente le caratteristiche distintive sono il primo criterio di scelta.
Ma non paragonare la tua, di indole, con quella della città: non è detto che corrispondano.
Anni fa, quando non ero ancora stata a Parigi, mi hanno detto che non poteva deludermi perchè mi rappresentava: sarà anche vero, ma la mia preferenza per Londra conferma che sono gli opposti ad attrarsi.
London Bridge riflesso in un palazzo sul Tamigi

Consiglio n°2: cosa cerchi in questo viaggio?
Classicismo = Parigi
Contemporaneità = Londra
Si tratta di legami banali che personalmente trovo rappresentino bene entrambe le capitali. Ciò non significa che Parigi sia una città vecchia e Londra senza storia; piuttosto trovo rappresentino bene l'essenza di entrambe: la prima legata ad un importante passato d'arte sul quale costruisce tutt'ora la sua fama, la seconda con un'inclinazione contemporanea più fresca e giovanile.
Insegne a Camden TownSignore seduto nel dehor di un bistrot a Parigi

Consiglio n°3: leggi e ascolta le sensazioni di chi c'è già stato.
L'ho messo come ultimo ma credo sia il modo migliore per fare la propria scelta, soprattutto se si parla di mete ugualmente ricche di attrazioni.
Per me Londra è LA città: caotica, multiculturale, sempre in movimento sotto un cielo orzata capace - a volte - di aprirsi come un sipario che mette in scena un tiepido sole.
L'ho amata sotto la pioggerellina incessante, addolcita in qualche modo dalla bellezza dei quartieri inglesi rossi di mattoni; l'ho amata facendo una colazione tipica su Portobello Road ancora addormentata in un assolato venerdì mattina; l'ho amata nella metropolitana di facce spente e valigette nere, l'ho amata nella vivacità di Southbank.
Londra ha saziato quella fame di diversità che ricerco nelle capitali estere.
Arcobaleno fuori dalla stazione Waterloo a Londra
Parigi è stata più complessa: bella anche nell'angolo non curato, ma incredibilmente simile a casa mia; l'architettura dall'aria sabauda e quell'austerità romantica che ritrovo nelle piazze di Torino, hanno tolto un po' di quel sapore parigino di cui tutti si innamorano. Ma allo stesso tempo ho respirato l'aria dei film francesi, quelli in cui con la bocca protesa in una smorfia snob, utilizzano il "bon" come intercalare; una città esteta dall'animo romantico e bohemien.
Selfie e Tour Eiffel

La collega, con questi tre banalissimi consigli ha scelto Parigi.
E tu? Ti senti più londinese o parigino?